Maramora, Racconti, articoli, foto e video per adulti


La mia prima volta con un uomo
Racconti - Gay e omosessuali
Scritto da Mara Mora   
Sabato 14 Agosto 2010 00:55

Mi chiamo Luca ho 19 anni e vivo vicino a prato (campi). Vorrei raccontare la storia (vera) del mio primo rapporto sessuale, e di come sono diventato gay.
Fino dalla più tenera età ho sempre dimostrato voglie omosessuali, in quinta elementare infatti, iniziai a toccare e a fare una specie di sega al mio cane (un dalmata); alle medie iniziai a masturbarmi pensando ai miei compagni di pallavolo , che potevo vedere nudi tre volte a settimana con mia grande soddisfazione.
Con uno di questi, ebbi il mio primo coito, difatti molto innocentemente (più per vedere com'era) ci siamo fatti una sega per uno, e su mia richiesta lui mi infilò anche un dito in culo.
Fino ai 18 anni sono andato avanti a masturbandomi, poi tutto cambiò grazie all'avvento di INTERNET.
Tramite Internet infatti, ho iniziato a mettere annunci (per lo più andati a buca) ,fino a che non ho conosciuto lui : Luca. Mi approccio con un e-mail che mi invogliò moltissimo , dove mi disse che aveva 35 anni e che era attivo (doti da me richieste) e che poteva viaggiare.
Mi diede il suo numero e fissammo un incontro quella sera stessa : alle nove alla stazione di Firenze. Arrivai in anticipo , e lo vidi arrivare con la sua macchina : era un bel tipo, non troppo alto e con occhiali e pizzetto. Monto in macchina e mentre parlavamo di noi (io non ero interessato ,ma lui voleva un pò conoscermi prima) ,lo porto in un posto molto nascosto dove era impossibile che ci vedessero(un canneto).
Scendo di macchina ed andiamo nel canneto (non stavo più nella pelle),stende un telo per terra e mi abbraccia.
Dopo un bacetto, impaziente scesi subito verso il suo pacco pulsante. Slacciai i pantaloni e ne uscì fuori un bel pene , non ancora in totale erezione. Spalancai la bocca e melo feci spingere dentro : bellissimo.
Iniziai a succhiarglielo piano, gli lecco la cappella, lo masturbo un po' e poi mi avvento sui suoi coglioni, che presi in bocca. Dopo che ebbi ciucciato anche quelli, iniziai lentamente a leccargli il linguine, finchè non mi spinse violentemente verso il suo gran cazzo (che era lungo ma sporgente verso sinistra) che inizia a leccare meticolosamente.
Dopo un magistrale pompino gli dissi deciso che era ora di perdere la mia verginità e mi misi a pecora in modo che mi penetrasse.Iniziò a massaggiarmi il culo, fino a che , prima con un dito, poi con la lingua, iniziò a lubrificarmi il buchetto per poi infilarci dolcemente il cazzo. Il dolore all'inizio fu molto forte ,
ma dopo un minutino iniziai a sentire piacere e lo pregai di cambiare posizione. Mi misi a gambe all'aria e lui mi penetrò con forza ,masturbando contemporaneamente anche il mio cazzo : fù il paradiso.
Dopo una bellissima inculata, mi avvisò che stava per venire , e quindi gli presi subito il cazzo e melo cacciai dritto in bocca , dove mi sorprese una grande quantità di sborra da farmi strozzare. Mentre veniva, aumentò anche la mia eccitazione con delle frasi volgari del tipo 'prenditi la mia sborra troia' o 'succhia maiale' che mi fecero impazzire.
Prese quindi il mio cazzo che era semi- moscio in mano, ed iniziò a masturbarmi violentemente fino a farmi venire : fu bellissimo!
Rimanemmo per un quarto d'ora sdraiati per terra, con io la faccia sul suo cazzo e lui che mi massaggiava delicatamente il culo.
Da allora ho avuto altri due rapporti, ma non dimenticherò mai la mia prima volta con questo totale sconosciuto, conosciuto tramite Internet.